Twitter mette a segno il primo utile da azienda quotata

(Teleborsa) – Twitter riesce finalmente a mettere a segno un bilancio in nero da quando si è quotata a Wall Street, 4 anni fa.

Il social network statunitense ha chiuso il quarto trimestre del 2017 con un utile netto di 91 milioni di dollari, che si confronta con la perdita di 167 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente.

I ricavi sono tornati a salire (+2%) attestandosi a quota 732 milioni di dollari e battendo le attese degli analisti che erano per  687 milioni. 

Gli utenti mensili attivi sono aumentati del 4% rispetto allo scorso anno a 330 milioni (333 il consensus), ma sono risultati invariati rispetto al terzo trimestre.

Negativo il dato relativo al mercato domestico: gli utenti mensili attivi negli Stati Uniti sono infatti scesi da 69 a 68 milioni di unità.

L’Amministratore Delegato Jack Dorsey si è detto “orgoglioso dei progressi costanti fatti nel 2017”, aggiungendo di essere “fiducioso” per il futuro.

Il gruppo ha chiuso l’esercizio 2017 con una perdita di 108 milioni di dollari, in netto calo da quella di 456,87 milioni del 2016. I ricavi sono scesi del 3% in un anno a 2,4 miliardi di dollari.

Twitter mette a segno il primo utile da azienda quotata