Turismo, prenotazioni su piattaforme online superano pre-pandemia

(Teleborsa) – Durante la prima metà del 2022, gli ospiti hanno trascorso circa 199 milioni di notti in alloggi in affitto a breve termine prenotati tramite Airbnb, Booking.com, Expedia Group o Tripadvisor nell’Unione europea, in aumento di circa il 138% rispetto allo stesso periodo del 2021 e rispetto ai livelli registrati pre-pandemia. Infatti, nella prima metà del 2019 le piattaforme avevano registrato circa 193 milioni di presenze.

Lo ha comunicato Eurostat, l’ufficio statistico dell’UE, nella prima pubblicazione mensile sugli alloggi per soggiorni di breve durata offerti tramite piattaforme online. Queste statistiche sono il risultato di un accordo tra la Commissione europea e le quattro piattaforme private raggiunto a marzo 2020, con l’obiettivo di usare dati detenuti da privati come fonte di statistiche ufficiali, anche se in modo sperimentale.

L’andamento trimestrale

Nel primo trimestre sono stati prenotati 67,4 milioni di pernottamenti, rispetto ai 27,1 milioni dello stesso periodo del 2021 e ai 64,5 milioni del 2019. I numeri sono saliti a 132 milioni nel secondo trimestre, rispetto a 56,7 milioni nel 2021 e 128,8 milioni nel 2019.

I paesi con più ospiti

Francia e Spagna hanno avuto cinque regioni ciascuna nelle prime 15 regioni, con oltre 1 milione di pernottamenti prenotati tramite piattaforme online nel primo trimestre del 2022. L’Italia ha avuto due regioni e Austria, Polonia e Portogallo una regione ciascuna.

Le regioni con più ospiti

L’elenco delle prime 15 regioni comprende regioni alpine, come il Tirolo in Austria e il Rodano-Alpi in Francia, dove nel 2019 ci sono state, rispettivamente, il 42,2% e il 31,5% delle notti trascorse nel primo trimestre. Nell’UE nel suo insieme, la stessa quota era solo del 12,6%.

Il secondo gruppo di regioni popolari sono le regioni soleggiate lungo il Mediterraneo (Provenza-Alpi-Costa Azzurra, Catalogna e Andalusia) e le Isole Canarie.

Due regioni (Rhone-Alpes in Francia e Canarie in Spagna) hanno registrato più di 4 milioni di notti.

In Italia, solo Lombardia e Lazio superano il milione di prenotazioni, attestandosi nella fascia compresa tra 1 e 2 milioni.