Turismo internazionale: a giugno Italia al top, svetta Milano

(Teleborsa) – A giugno 2019 l’Italia si conferma meta prediletta per il turismo internazionale, specie dagli Stati Uniti, con Milano regina e Roma ancora in difficoltà. Sono i dati che emergono da un’analisi di Planet sul settore tax free in Europa e che premiano il Bel Paese come una delle località più ambite.

Nonostante il rallentamento registrato lo scorso mese in Europa, con una crescita del 2% rispetto al 7% di maggio, si tratta del nono mese consecutivo di crescita, a conferma di un trend positivo per il Vecchio Continente: in particolare le migliori performance sono state registrate dalla Gran Bretagna (+13% nelle vendite e +8% nello scontrino medio) e dall’Italia (+6% nelle vendite e +4% nello scontrino medio).

A trainare il comparto sono soprattutto i turisti statunitensi, che, in linea con il trend europeo, hanno generato un incremento delle vendite tax free del +12%, con uno scontrino medio di 1.018€: in generale, il Bel Paese è l’unico ad aver riportato un andamento positivo in tutti gli indicatori chiave, con un +7% nelle vendite, un +4% nel numero di transazioni e un +3% nel valore medio per singola transazione.

Nel dettaglio, è Milano la città regina, con una quota di mercato del 29% e un tasso di crescita nelle vendite tax free del 8% rispetto all’anno precedente. Anche lo scontrino medio battuto a giugno nel capoluogo lombardo è stato fra i più alti della Penisola, con 1224€ in
crescita del +5%. I turisti cinesi si confermano in prima posizione per quota di mercato (27%), nonostante un calo negli acquisti del -9% rispetto all’anno precedente, mentre la crescita negli acquisti più importante è stata quella dei turisti di Hong Kong (+78% vs giugno 2018) che con una quota di mercato del 6% e lo scontrino medio più alto registrato nel capoluogo (1502€).

In calo ancora Roma che si mantiene seconda con una quota del 17% ma con una diminuzione del -4% nelle vendite e uno scontrino medio di 950€, anch’esso in calo del -4% rispetto al giugno precedente. Anche nella Capitale i turisti cinesi mantengono la quota di mercato più ampia (24%) ma con acquisti decresciuti del -15%, a vantaggio degli americani (21% di quota di mercato) che hanno incrementato gli acquisti Tax Free del +7% e mantenuto stabile uno scontrino medio di 1105 €.

Terza Firenze (15% di market share, +5% nelle vendite Tax Free da inizio anno e uno scontrino medio a giugno di 958 €), la sola città italiana ad visto le proprie vie dello shopping gremite più di turisti statunitensi che di cinesi, con una quota di mercato del 29%, acquisti in crescita del +7% e scontrino medio (943€) del +6%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Turismo internazionale: a giugno Italia al top, svetta Milano