Turismo in forte crescita. Alpitour corre con l’Egitto e nuove destinazioni

(Teleborsa) – Il settore dei viaggi e vacanze va a gonfie vele e cresce del 6,5%, con il gruppo Alpitour che ha fatto anche meglio e prevede di chiudere a ottobre l’esercizio 2018 con una crescita del fatturato del 10,8% a 720 milioni di euro. 

Lo ha detto il direttore tour operating del gruppo Pier Ezhaya nel corso di una conferenza stampa, precisando che, in particolare, il marchio Alpitour ha riportato una crescita dell’11,3% e Francorosso del 9,6%. 

Il numero uno dell’operatore di viaggi e vacanze ha parlato anche degli anni “difficili” fra il 2008 ed il 2014 ed ha ricordato che questo business non concede ampi spazi di redditività, ma Alpitour ha “imboccato nuovo ciclo di positività nel settore turistico” grazie all’apertura di nuove rotte e destinazioni, oltre che al ritorno di mete tradizionali come l’Egitto.

Tra le mete preferite dai vacanzieri torna appunto l’Egitto con un balzo del 103%, ma fanno bene anche il Mare Italia (+32%), l’Oriente (+62%), le Maldive (+17%) e il Kenya (+60%). Ancora in difficoltà Cuba (-15%) e Baleari (-7%). 

Ezhaya ha anche parlato della recente acquisizione di Valtur da parte di Nicolaus per 5 milioni di euro, soffiandola proprio al gruppo Alpitour che era egualmente interessato e che aveva offerto una cifra molto inferiore. “Valtur ci interessava, ma al giusto prezzo”, ha affermato il manager, spiegando si tratta di “un marchio forte, storico, ma necessita di 5-7 milioni di investimenti in comunicazione per rilanciarlo”

Turismo in forte crescita. Alpitour corre con l’Egitto e nuove&n...