Turismo, IEG: al via a Rimini TTG Travel Experience

(Teleborsa) – Dinamica nella proposta, con tutte le Regioni pronte a raccontare città, territori ed esperienze come mai prima. Popolata, con una calorosa risposta di presenze professionali in Fiera. In sicurezza, nel pieno rispetto delle norme governative per la prevenzione dalla pandemia e ridisegnata dal protocollo firmato IEG #safebusiness. Parte così, la 57ª edizione del TTG Travel Experience, “Regeneration! by SIA” e alla 38ª edizione del SUN i tre saloni del marketplace turistico italiano inaugurati oggi nel quartiere fieristico di Rimini, in contemporanea con IBE International Bus Expo.

“Il sistema fieristico vive quando agisce a sostegno delle imprese, collegato al mercato – ha dichiarato in apertura il Presidente di IEG Lorenzo Cagnoni -. E il sistema dell’accoglienza alberghiera e dei tour operator ha creduto in noi. Il TTG è la vera piattaforma d’affari per il turismo nel nostro Paese. Qui possiamo capire cos’abbia significato fermare un’industria che fa del movimento delle persone la sua ragion d’essere. Qui capiremo in questi giorni cosa significhi partire verso nuove mete”.

“Siamo a un bivio della storia che ci impone di cambiare il nostro modello di sviluppo – ha affermato il sindaco di Rimini Andrea Gnassi -. Il turismo è stato colpito al cuore: non esporta merci ma persone, alle quali è stato proibito di incontrarsi. Ora serve una politica industriale in un settore, come il turismo, che da sempre viene presentato come strategico. Rimini è già una case history per come ha ridisegnato i percorsi per le biciclette, l’esperienza del suo paesaggio frontemare. Mi auguro di stare qui come in un incubatore dove si accelerano le innovazioni di prodotto”.

Dal TTG può partire un messaggio di speranza e di fiducia per il settore del turismo, ma anche e soprattutto una nuova progettualità grazie alla quale intercettare la nuova domanda dei turisti immettendo nel sistema una buona dose di innovazione – ha aggiunto Andrea Corsini, Assessore al Turismo della Regione Emilia-Romagna -. In questi mesi abbiamo tutti capito il valore dello stare in Europa, ma ora a quell’Europa stessa chiediamo un impegno per sostenere questa grande industria”.

«Nel mondo dello sport – ha osservato il Presidente del CONI Giovanni Malagò – la pandemia ha prodotto grandi cambiamenti. Pensiamo allo spostamento delle Olimpiadi e ai tanti avvenimenti saltati o rimandati. Ma in questo scenario si aprono anche grandi opportunità: le nuove generazioni sono attratte da sport nuovi come il surf, l’arrampicata, lo skate. Discipline che non a caso sono state inserite tra gli sport olimpici. Intercettare questi nuovi sportivi e offrire loro spazi per cimentarsi e allenarsi significa anche cogliere per le nostre città grandi occasioni di ripensarsi. Come sta ben facendo l’Emilia-Romagna, ad esempio».

Abbiamo bisogno di vaccini e soldi – ha rimarcato Il Presidente di Federalberghi Bernabò Bocca -. Solo il vaccino ci porterà fuori da questa situazione. Fino ad allora chiediamo di pensare alle tante imprese in difficoltà. Non chiediamo finanziamenti a pioggia, ma dialoghiamo quotidianamente con il Sottosegretario Bonaccorsi. Cambierà qualcosa sul turismo business e le riunioni, grazie alla tecnologia. Quel che è certo è che chi vorrà andare al mare ci vuol andare fisicamente. La gente ha voglia di viaggiare e venire in Italia. Sono ottimista, già dalla seconda metà del 2021 vedremo la ripresa. Ma senza la collaborazione tra pubblico e privato, nessuno ce la può fare da solo“.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Turismo, IEG: al via a Rimini TTG Travel Experience