Turchia, tassi fermi al 19% per il quinto mese consecutivo

(Teleborsa) – La Banca centrale turca (CBRT) ha lasciato il tasso di riferimento stabile al 19%, per il quinto mese consecutivo, come atteso dagli analisti. Nello statement rilasciato al termine della riunione del Monetary Policy Committee viene sottolineato che, “tenendo conto degli elevati livelli di inflazione e delle aspettative di inflazione, l’attuale orientamento restrittivo della politica monetaria sarà mantenuto con decisione fino al raggiungimento del significativo calo del percorso previsto dal rapporto sull’inflazione”.

“Oltre ai recenti aumenti dei prezzi all’importazione e dei prezzi amministrati, le condizioni della domanda, i vincoli di offerta in alcuni settori, la possibile volatilità dell’inflazione durante l’estate a causa della riapertura e alti livelli di aspettative di inflazione continuano a rappresentare rischi per l’andamento dei prezzi e l’inflazione in prospettiva”, si legge nell’analisi della CBRT riferita all’economia turca.

“L’aumento dell’inflazione a luglio – continua il documento – è stato trainato dall’aumento dell’inflazione alimentare, dovuto agli effetti sull’offerta di alcuni prodotti guidati dalle condizioni climatiche, dagli alti livelli dei prezzi internazionali delle materie prime agricole e alimentari, nonché dagli effetti della riapertura”. La bance centrale osserva invece l’impatto in decelerazione dell’inasprimento monetario sul credito e sulla domanda interna.

Il tasso di policy continuerà a essere determinato a un livello superiore all’inflazione “per mantenere un forte effetto disinflazionistico fino a quando forti indicatori non indicheranno un calo permanente dell’inflazione e non verrà raggiunto l’obiettivo del 5% a medio termine“. A luglio l’inflazione del Paese si è assestata al 18,95%.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Turchia, tassi fermi al 19% per il quinto mese consecutivo