Trump manda i mercati in rosso. In tensione lo Spread BTP/Bund

(Teleborsa) – Effetto Trump su Piazza Affari e le altre principali Borse europee, che annullano i guadagni messi a segno fino all’avvio di Wall Street.

Il Presidente statunitense ha annullato il summit USA-Corea del Nord in scia ai toni “ostili” usati dal leader nordcoreano Kim Jong Un, contrario all’idea di abbandonare la propria politica nucleare.

Non aiutano i rinnovati timori per una guerra commerciale alla luce della decisione della Casa Bianca di avviare un’indagine nazionale sulla sicurezza, sull’importazione di auto e camion, cosa che potrebbe portare all’introduzione di nuovi dazi.

La stessa BCE, nei Verbali dell’ultimo meeting di politica monetaria, ha espresso preoccupazione per le crescenti politiche protezionistiche.

Su Piazza Affari torna invece a pesare l’incognita politica, in particolare la volontà di Lega e Movimento 5 Stelle di affidare a Paolo Savona il Ministero dell’Economia. Il Quirinale ha comunque tenuto a precisare che non intende attenersi a eventuali diktat.

L’incertezza e i timori per un Governo anti-euro continuano a pesare anche sullo spread, che si posiziona a 192 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 2,38%.

Tra le principali Borse europee in rosso Francoforte, che evidenzia un deciso ribasso dello 0,94%. Male Londra, che scende dello 0,92% mentre Parigi contiene le perdite entro lo 0,31%.

Giornata “no” per la Borsa italiana, in flessione dello 0,71% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, cede alle vendite il FTSE Italia All-Share, che chiude a 24.953 punti. Sui livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (+0,15%); leggermente positivo il FTSE Italia Star (+0,37%).

Il controvalore odierno degli scambi in Borsa di Milano resta attorno ai livelli della vigilia: dai dati di chiusura, risulta infatti che il controvalore totale è stato pari a 2,83 miliardi di euro, con una variazione del 2,85%, rispetto ai precedenti 2,92 miliardi; i contratti si sono attestati a 305.412, rispetto ai precedenti 317.620.

Su 224 titoli trattati in Piazza Affari, 98 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 110. Invariate le rimanenti 16 azioni.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Brembo (+4,50%), Moncler (+2,30%), STMicroelectronics (+1,76%) e Campari (+1,51%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Saipem, che ha archiviato la seduta a -3,07%. Giù anche Italgas, in calo del 2,84%, Mediobanca, che arretra del 2,35% e Tenaris, che mostra una caduta del 2,20%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Cerved Group (+4,00%), SOL (+2,95%), RCS (+2,93%) e El.En (+2,56%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Sias, che ha archiviato la seduta a -2,41%.

Trump manda i mercati in rosso. In tensione lo Spread BTP/Bund