Trivelle, sospensione concessioni già vigente e operativa da febbraio

(Teleborsa) – Il Dl Semplificazioni ha disposto direttamente la sospensione dei procedimenti e delle concessioni per la prospezione e ricerca di idrocarburi (stop alle Trivelle) e non necessita di ulteriori provvedimenti attuativi. Lo precisa il del Ministero dello Sviluppo Economico, in risposta ad alcuni articoli di stampa che davano informazioni errate.

Il MiSE ricorda che, al comma 4, si sospendono i procedimenti amministrativi, ivi inclusi quelli di VIA, relativi al conferimento di nuovi permessi di prospezione o di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi, fatti salvi quelli di proroga, rinuncia, sospensione o variazione delle concessioni vigenti. Poi, al comma 5, si sospende la presentazione di nuove istanze di conferimento di concessioni di coltivazione ed, al comma 6, si sospendono i permessi di prospezione o di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi in essere, sia per aree in terraferma che in mare.

Ne consegue che, a partire dal 13 febbraio 2019, è già vigente l’obbligo per i titolari di concessioni di permessi di prospezione e ricerca d’interrompere tutte le attività in corso di esecuzione, fermo restando l’obbligo di messa in sicurezza dei siti interessati dalle stesse attività.

Trivelle, sospensione concessioni già vigente e operativa da feb...