Tris di OPA a Piazza Affari

(Teleborsa) – Sono sempre di più le società di Piazza Affari soggette ad offerte finalizzate al delisting. Oggi l’annuncio di un tris di OPA che ha caratterizzato l’avvio di settimana del mercato italiano.

Si tratta di Generali Assicurazioni che ha lanciato un’OPA volontaria totalitaria su Cattolica a 6,75 euro per azione, corrispettivo che incorpora un premio pari al +15,3% rispetto al prezzo di chiusura del 28 maggio (ossia il giorno di borsa aperta precedente la comunicazione dell’offerta) e +40,5% rispetto alla media degli ultimi 6 mesi. Il Leone di Trieste ha ottenuto parere positivo all’operazione dal CdA con voto unanime. Ciò significa che ha votato a favore anche il vicepresidente vicario Francesco Gaetano Caltagirone, il quale l’anno scorso, in occasione nell’ingresso di Generali nella compagnia veronese, aveva espresso rilievi non sull’operazione in sé ma sulle modalità di comunicazione al consiglio chiamato a valutare l’investimento.

Altra OPA annunciata è quella del fondo spagnolo Asterion su Retelit, a 2,85 euro per azione, con un premio del 10,7% rispetto al prezzo ufficiale per azione rilevato al 28 maggio 2021 e un premio del 30,3% rispetto alla media, ponderata per i volumi scambiati, dei prezzi ufficiali delle azioni nei dodici mesi precedenti.
Nel frattempo, Fly, veicolo di cui Enrico e Tomaso Carraro sono azionisti di controllo, ha incrementato il corrispettivo dell’offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria sulle azionidell’omonima azienda quotata in Borsa. Il prezzo sale ora a 2,55 euro per azione rispetto ai 2,40 euro iniziali. Il nuovo corrispettivo incorpora un premio del 7,59% circa rispetto al prezzo ufficiale del titolo Carraro registrato il 26 marzo 2021 ossia l’ultimo giorno di Borsa aperta antecedente la data di annuncio dell’operazione, pari a 2,37 euro e un premio pari al 47,27% rispetto alla media ponderata per i volumi scambiati dei prezzi ufficiali registrati dalle azioni nei dodici mesi precedenti la data di annuncio dell’offerta. Fly ha deciso di non prorogare il periodo di adesione all’offerta, la cui conclusione rimane quindi prevista per il 4 giugno 2021. Il nuovo corrispettivo “è da considerarsi finale e definitivo”.

(Foto: © Simona Flamigni | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tris di OPA a Piazza Affari