Tria in Cina porta a casa diverse commesse e rassicura finanzieri su permanenza Italia nell’Euro

(Teleborsa) – Prosegue il viaggio del Ministro dell’Economia Giovanni Tria in Cina, entrato nel vivo con una serie di incontri con la comunità finanziaria cinese, in particolare il Fondo per la Via della Seta (Silk Road Find), che avrebbe rassicurato sull’integrazione e la permanenza dell’Italia nell’Area Euro. Un chiarimento non trascurabile considerando le polemiche sullo sforamento del deficit e le tensioni crescenti con l’UE. 

Tria, a Pechino, ha incontrato il Direttore Esecutivo del Silk Road Fund, Wang Yanzhi, con il quale ha approfondito la fattibilità degli investimenti, anche nei Paesi terzi, nel quadro della Belt and Road Initiative (BRI). Il Ministro Tria ha in particolare sottolineato le grandi prospettive di collaborazione offerte da questa iniziativa, a partire dallo sviluppo dei terminali marittimi della Via della Seta, che trovano nei porti italiani del Nord Tirreno e Nord Adriatico dei naturali punti di sbocco in grado di assicurare la diretta immissione nella rete di trasporto trans-europea.

Il Ministro ha incontrato, assieme all’AD della CDP, Fabrizio Palermo, anche altri esponenti della comunità finanziaria, in particolare il Presidente della China Construction Bank (la seconda banca del Paese), Tian Guoli, ed il Presidente della China Investment Corporation, Tu Guangshao, con i quali ha esplorato il rafforzamento delle collaborazioni già in corso e posto le basi per ulteriori iniziative di investimento in settori tradizionali ed innovativi.

Non da ultimo l’incontro con il Presidente del Fondo nazionale di previdenza sociale – l’ex Ministro delle Finanze Lou Jiwei – sulle risposte per far fronte all’invecchiamento della popolazione e sulle misure a sostegno delle fasce più deboli.

Infine Tria ha anche presenziato alla ?rma del memorandum of understanding tra la SNAM e State Grid International Development, controllata al 100% dalla State Grid Corporation of China, la più grande utility energetica al mondo. Molte le commesse arrivate in questi giorni per l’Italia, fra le quali va citata anche l’estensione di una collaborazione di Fincantieri con il colosso di Stato CSSC.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tria in Cina porta a casa diverse commesse e rassicura finanzieri su p...