Trevi rinvia l’approvazione della trimestrale

(Teleborsa) – Il CdA di Trevi  Group ha rinviato l’approvazione dei dati finanziari relativi al terzo trimestre del 2017.

In particolare, il management “ha preso atto delle incertezze circa l’esito delle negoziazioni in corso con le banche per la definizione e sottoscrizione dell’accordo di standstill che inducono a ritenere non imminente la stipulazione dell’intesa stessa”.

Lo slittamento della firma dello standstill richiederà l’estensione del relativo termine di durata, la cui scadenza in base alle intese sinora
raggiunte sarebbe stata prevista per il 31 dicembre 2017.

In considerazione delle rilevanti incertezze sopra riportate, “il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di riunirsi nuovamente entro la fine del mese di dicembre 2017 per riesaminare il rendiconto intermedio dei primi nove mesi dell’esercizio 2017”, ma la data esatta non è stata ancora comunicata al mercato.

Il CdA, inoltre, “ha preso atto dei risultati dell’attività gestionale al 30 Settembre, i quali segnano sensibili scostamenti rispetto a quanto assunto in sede di previsioni del corrispondente periodo relativamente alle principali voci di conto economico e della posizione finanziaria netta”. 

Il consiglio ha dato il compito agli organismi di governance di identificare entro breve termine una figura manageriale di adeguato standing a cui possa essere affidata la responsbilità di chief restructuring officer e ha avviato un’analisi volta alla possibile rimodulazione della manovra finanziaria che prenda in considerazione le soluzioni straordinarie disponibili, inclusi anche interventi di rafforzamento patrimoniale della società.

Trevi rinvia l’approvazione della trimestrale
Trevi rinvia l’approvazione della trimestrale