Trevi Holding, richiesta l’assemblea ordinaria

(Teleborsa) – Una richiesta, formulata dall’azionista Trevi Holding S.E. (THSE), che potrebbe far discutere. Finanziaria Industriale S.p.A. si è riunita per esaminare la richiesta di convocazione dell’assemblea ordinaria per la revoca del Consiglio di Amministrazione e la contestuale nomina dei nuovi amministratori e la posizione non è tardata ad arrivare.

Il CdA ritiene del tutto infondate e contraddittorie le motivazioni poste alla base della citata istanza di THSE, e non corrispondono al vero, le affermazioni contenute relative a presunte e non chiarite carenze della delega conferita al Consiglio di Amministrazione in rapporto alle determinazioni che l’organo di gestione sarà chiamato ad adottare nell’ambito della manovra finanziaria e di ristrutturazione dell’indebitamento, già da tempo resa nota agli organi deliberanti delle banche creditrici.

Queste affermazioni, inoltre, possono pregiudicare il buon esito della manovra stessa e, conseguentemente, la messa in sicurezza della Società e del Gruppo Trevi e a generare effetti discorsivi nel mercato, sicché il CdA ha conferito mandato ai propri legali di approfondire la responsabilità di THSE e degli amministratori della Società. Ad ogni modo, il Consiglio ha disposto, doverosamente, l’avvio di opportune attività istruttorie volte all’approfondimento di taluni elementi della richiesta, oltre una riconvocazione entro il prossimo 15 luglio 2019 per l’esito dei predetti approfondimenti. Inoltre, in tale occasione, si provvederà all’approvazione dei bilanci al 31 dicembre 2017 e al 31 dicembre 2018, sia d’esercizio che consolidati, e l’adozione delle ulteriori determinazioni funzionali all’esecuzione della manovra finanziaria e di ristrutturazione dell’indebitamento attualmente sottoposta agli organi deliberanti delle banche creditrici.

Trevi Holding, richiesta l’assemblea ordinaria