Trenord, boom di passeggeri nel 2018 con grandi impatti su CO2 e costi sociali evitati

(Teleborsa) – La Lombardia è la regione italiana con il più alto traffico di passeggeri su ferrovia, pari al 26% del totale nazionale. Nel 2018, Trenord, la società che gestisce il trasporto regionale, ha trasportato 209 milioni di passeggeri, con una presenza media pari a oltre 802 mila nei giorni feriali, in crescita del 7% rispetto all’anno precedente. Il giorno più gettonato è il venerdì, con oltre 803 mila passeggeri a bordo. Un ritmo di crescita invariato nei festivi, quando si raggiungono i 300 mila passeggeri.

E’ quanto emerge dal Bilancio di Sostenibilità 2018 di Trenord, redatto secondo le linee guida del GRI – Global Reporting Initiative.

Nel 2018, ogni giorno hanno utilizzato quotidianamente il treno 150 mila viaggiatori in più rispetto al 2011, anno di nascita di Trenord.

Numeri significativi che rendono sempre più importante il valore reso dal servizio ferroviario che ha consentito di risparmiare l’emissione di 1,5 milioni di tonnellate di CO2 in Lombardia lo scorso anno, che corrisponde a oltre 13 milioni di euro di costi sociali evitati. Oltre 139 milioni di viaggi in auto sulle strade sono stati risparmiati grazie al servizio capillare di Trenord, che raggiunge più di 420 stazioni in Lombardia.

“Il binomio treno-sostenibilità è l’essenza della nostra mission”, affermano la Presidente di Trenord Federica Santini e l’amministratore delegato Marco Piuri, aggiungendo che il treno è “la migliore risposta al bisogno di mobilità” ed è il mezzo “più economico, più ecologico, più veloce”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Trenord, boom di passeggeri nel 2018 con grandi impatti su CO2 e costi...