Trenitalia sigla la partnership con mytaxi per un viaggio sempre più smart

(Teleborsa) – E’ stata presentata questa mattina, presso la sede centrale del Gruppo Ferrovie di Stato Italiane, a Roma, la partership fra Trenitalia e l’app mytaxi, nell’ottica di migliorare sempre più la customer satisfaction, sia sotto il profilo dei costi che del risparmio di tempo.

Ad illustrare i punti salienti della collaborazione, la prima partnership siglata da mytaxi in Europa con una compagnia ferroviaria, sono stati il nuovo Amministratore delegato di Trenitalia, Orazio Iacono, ed il CEO di mytaxi, Andrew Pinnington.

L’intesa “è un esempio virtuoso di door to door e segna un altro importante traguardo dell’ambizioso Piano industriale del Gruppo FS”, ha sottolineato il numero uno di Trenitalia, spiegando che questo accordo renderà più comodo, veloce e conveniente percorrere il “primo e ultimo miglio” cittadino. 

Iacono ha spiegato che la partnership è “coerente” con gli obiettivi dell’azienda ferroviaria: migliorare la customer satisfaction dei passeggeri, sviluppare un sistema di mobilità sempre più integrato, supportato da adeguati strumenti digitali. Il nuovo servizio intermodale garantirà ai clienti benefici in termini di convenienza, confort e risparmio di tempo ed in più garantirà un miglioramento sotto il profilo delle emissioni di CO2 e della sostenibilità. 

Il manager ha poi aggiunto che la scelta di mytaxi risponde anche all’esigenza di internazionalizzazione dell’azienda, specie in vista della liberalizzazione del servizio ferroviario in Europa. 

Fondata ad Amburgo (Germania) nel 2009 ed oggi di proprietà al 76% di Daimler , l’app mytaxi è presente in oltre 70 città di 11 Paesi europei, conta 120 mila taxi in tutta Europa di cui oltre 2.500 in Italia. L’obiettivo alla sua nascita era quello di mettere in collegamento tassisti e clienti, ha spiegato il CEO Andrew Pinnington, aggiungendo che nel tempo l’obiettivo è diventato più ambizioso, ovvero “permettere alle città di funzionare meglio”, anche alleggerendo il traffico delle città. “L’obiettivo principale per noi oggi il trasporto personalizzato cioè il trasporto on demand”.

“Ci avviciniamo al nostro business attraverso una distruzione costruttiva”, ha detto Pinnington, citando una frase in uso nel suo paese e spiegando che il servizio viene introdotto anche a seguito di un lavoro di coordinamento con le autorità locali per individuare quali sono le esigenze di mobilità della realtà locale. 

“Pensiamo che il mercato italiano rappresenti un fattore di crescita importante in Europa”, ha concluso il manager, aggiungendo che l’azienda si aspetta di siglare altri accordi di questo tipo in UE anche eventualmente con usio0ni ed acquisizioni, come fatto in passato. 

Barbara Covili, General Manager di mytaxi Italia, ha spiegato i dettagli del servizio nella prima fase di attuazione: sconti del 50% fino al 31 ottobre per chi viaggia su Roma e Milano, poi l’intesa si evolverà con diversi step sia per i passeggeri delle Frecce che per gli utenti del servizio regionale. Sarà possibile da subito acquistare i voucher da 20 euro sul sito di Trenitalia assieme al biglietto del treno e, per i passeggeri Cartafreccia iscriversi all’app, sfruttando la generosa raccolta punti (1 punto cartafreccia ogni chilometro percorso in taxi). 

Trenitalia sigla la partnership con mytaxi per un viaggio sempre più&...