Trasporto aereo, seconda giornata di confronto. Siri: “Documento finale sia pietra miliare sviluppo”

(Teleborsa) – Seconda e ultima giornata di confronto fra gli operatori del settore aereo, chiamati dal Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli e dal sottosegretario Armando Siri, per delineare il futuro del comparto e gli investimenti utili a cogliere le opportunità di crescita garantite dal forte aumento del traffico a livello mondiale.

La Conferenza nazionale sul trasporto aereo, organizzata dal MIT, presso Villa Miani, si propone di “tracciare le linee per il futuro del comparto”, attuanto una programmazione degli investimenti concordati con gli operatori del settore, come annunciato ieri dal sottosegretario Siri, il quale ha ricordato che il settore aereo, compreso anche l’indotto, vale il 3,6% del PIL.

“A livello nazionale il settore aeroportuale ha un impatto diretto di 18 miliardi, mentre quello indiretto arriva a 53 miliardi di euro. E le previsioni di crescita per il futuro prevedono di raggiungere 150 miliardi“, ha aggiunto Toninelli. E senza contare gli effetti occupazionali, in quanto si stima la creazione di 4 mila posti di lavoro per ogni milione di passeggeri in più.

Le ultime stime di Eurocontrol infatti vedono una crescita del trasporto aereo del 53% a 16,2 milioni di voli entro il 2040 e le previsioni per l’Italia indicano un target di 250 milioni di passeggeri entro il 2030.

Una crescita che costituisce un’opportunità da cogliere e, dunque, sposta il baricentro sugli investimenti necessari a soostenerla. “Servono investimenti. Gli investimenti li possiamo portare se ci sono condizioni favorevoli”, ha ribadito oggi il sottosegretari Siri, promettendo che il governo creerà di un contesto attraente per gli investimenti, mediante “semplificazioni, regole certe e tempi della giustizia”.

Chi investe – ha affermato il sottosegretario – “ha bisogno di capire quale è il contesto” e per questo servono regole certe, semplificazioni ed anche “tasse più basse“.

Presente oggi anche il Ministro del Turismo Gian marco Centinaio, il quale ha messo il punto sul binomio efficienza ed infrastrutture quale leva per sostenere il turismo in Italia.

Il programma della due giorni prevedeva per la giornata di ieri 4 panel dedicati a macro tematiche di settore: “Trasporto aereo tra regolazione e mercato”, “Innovazione tecnologica e sviluppo sostenibile”, “I protagonisti del trasporto aereo” e “Sistema aeroportuale nazionale e reti aeroportuali”. Oggi, l’apertura dei lavori curata da Armando Siri ed, a seguire, un nuovo confronto fra gli operatori del settore aereo, con l’obiettivo di arrivare ad un documento finale che aspira ad essere “la pietra miliare di quello che dovremo vedere nel futuro”.

Partner della Conferenza nazionale sul Trasporto Aereo sono: Enac, Enav, Assaeroporti, Leonardo e Ferrovie dello Stato italiane.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Trasporto aereo, seconda giornata di confronto. Siri: “Documento...