Trasformazione digitale, Colao: sfida di dimensioni locali e globali

(Teleborsa) – Per il ministro Vittorio Colao la trasformazione digitale “è una sfida di dimensioni sia locali che globali”. Intervenendo con un videomessaggio al dibattito Onu sulla Cooperazione digitale e la connettività, il ministro per la Transizione digitale ha parlato anche della strategia italiana: “ha l’obiettivo di eliminare i divari digitali attuali attraverso investimenti sulla connettività a banda larga, migliorando la digitalizzazione dei servizi pubblici e sviluppando competenze digitali più solide nei cittadini”.

“La trasformazione digitale avanza speditamente a livello globale – ha sottolineato – Nel 2019 soltanto, il 64% dei cittadini europei ha utilizzato un servizio pubblico digitale online almeno una volta. Il tasso di crescita e la distribuzione geografica della trasformazione digitale sono state, tuttavia, diseguali. Nel 2018, appena il 20% delle imprese nei Paesi OCSE ha beneficiato di una connessione a banda larga. Divari digitali separano i cittadini sia dal punto di vista delle competenze nell’uso di internet, sia sul piano generazionale, oltre che, ovviamente, su quello geografico”.

Quanto all’impatto della crisi pandemica da Covid-19, Colao ha spiegato che “ha sollevato nuove preoccupazioni in merito alla possibilità che la trasformazione digitale possa contribuire ad accrescere i divari esistenti di produttività e reddito. Tra coloro che hanno subito le perdite reddituali più consistenti ci sono le donne, i giovani e i lavoratori non qualificati e atipici”. Per generare un impatto reale però la trasformazione digitale dovrà fare ricorso a sinergie transnazionali: “l’Eu Digital Compass – ha sottolineato il ministro – indica ai governi della Ue politiche e obiettivi comuni in tal senso. In linea con questi obiettivi, la Presidenza italiana del G20 si sta concentrando sulla cooperazione tra governi per migliorare l’inclusione sociale, oltre a promuovere la crescita economica attraverso le tecnologie digitali”.

Vittorio Colao ha poi fatto un appello alla comunità internazionale affinché faccia ricorso ad alleanze multilaterali sull’identità digitale, sottolineando i benefici di tale cooperazione: “nei paesi in via di sviluppo, l’identità digitale è un’opportunità per abbandonare l’uso di strumenti obsoleti e sviluppare tecnologie mobili che forniscano a tutti un’identificazione”, mentre per le economie avanzate “è l’occasione di avanzare nel dibattito sulla portabilità e sulla interoperabilità”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Trasformazione digitale, Colao: sfida di dimensioni locali e globali