Traffico aereo, l’Aeronautica militare intercetta velivolo Iberia che aveva perso contatti radio

(Teleborsa) – L’Aeronautica militare ha effettuato oggi uno “scramble” (ricognizione) dello spazio aereo italiano per intercettare un velivolo Iberia che aveva perso il contatto con gli Enti del controllo del traffico aereo.

Il velivolo, un A-320 della compagnia Iberia stava operando un volo sulla tratta Spalato-Madrid ed è stato intercettato da due caccia Eurofighter del 4° Stormo di Grosseto. 

Alle ore 21.00 circa di ieri, giovedì 5 luglio, i due caccia dell’Aeronautica Militare, in servizio di allarme sul territorio nazionale, sono decollati per controllare il velivolo in transito nello spazio aereo italiano. Dopo pochi minuti dal decollo, i due intercettori hanno stabilito il contatto visivo con il velivolo, accertando che quest’ultimo non si trovasse in condizioni di emergenza. Il velivolo spagnolo, ripristinate le comunicazioni, ha continuato sulla rotta prestabilita, mentre i due caccia, cessato l’allarme, sono rientrati alla base.

L’ordine è pervenuto dal CAOC (Combined Air Operation Center) di Torrejon, ente NATO responsabile per la sorveglianza dei cieli nell’area, e l’intervento dei velivoli è stato controllato dalla sala operativa del 22° Gruppo Radar dell’Aeronautica Militare di Licola.

L’Aeronautica Militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, anche in tempo di pace, con quello degli altri paesi appartenenti alla NATO.

Traffico aereo, l’Aeronautica militare intercetta velivolo Iberi...