Toscana Aeroporti, al via il progetto plastic free

(Teleborsa) – Trasformare Firenze e Pisa in aeroporti 100% Plastic Free e impegnati nel recupero delle risorse idriche. Questa la sfida annunciata oggi da Toscana Aeroporti nel corso di una conferenza stampa presso l’aeroporto di Firenze alla presenza dei sindaci di Firenze e Pisa Dario Nardella e Michele Conti, del presidente di Publiacqua Lorenzo Perra, del presidente di Acque Giuseppe Sardu e del vice presidente di Toscana Aeroporti Roberto Naldi.

Un’iniziativa che nasce dalla constatazione che negli aeroporti di Firenze e Pisa ogni giorno vengono raccolti 150 kg di plastica e buttati oltre 3mila litri di acqua potabile imbottigliata. Per invertire questa tendenza il fattore chiave sarà il coinvolgimento attivo di ogni singola persona: dal personale di Toscana Aeroporti, agli esercenti fino ai passeggeri.

“Il progetto si svilupperà in 3 macro-fasi, al termine delle quali i 2 aeroporti – assicura in una nota Toscana Aeroporti – saranno 100% plastic free”.

Fase 1 “Recupero e Riciclo” – La prima fase ha preso il via con la risoluzione delle difficoltà di smaltimento delle bottiglie d’acqua dei passeggeri presso i controlli di sicurezza. Per evitare sprechi di acqua potabile e assicurare il riciclo della plastica Toscana Aeroporti ha
installato, in prossimità dei controlli di sicurezza, quattro raccoglitori che consentono lo svuotamento di acqua e di altri liquidi e il conferimento di bottiglie di plastica vuote nei contenitori dedicati alla raccolta differenziata. L’acqua così raccolta potrà essere riutilizzata all’interno degli impianti di riutilizzo degli aeroporti (per esempio in attività di annaffiamento e scarico wc). Toscana Aeroporti sta inoltre provvedendo a eliminare la plastica monouso dalle sale vip e ha avviato un piano di sensibilizzazione affinché gli esercizi commerciali procedano alla riduzione e in seguito allo stop della vendita di contenitori di plastica.

Fase 2 “Stop plastic” – Prevede l’installazione di fontanelle di acqua potabile, con la collaborazione dei gestori locali Acque e Publiacqua, sia nell’area interna sia nell’area esterna degli aeroporti. L’approvvigionamento gratuito di acqua naturale e frizzante, fresca o a temperatura ambiente verrà favorito anche grazie alla distribuzione di borracce a dipendenti e passeggeri.

Fase 3 “100% Plastic Free”
Con l’ultima fase Toscana Aeroporti decreterà lo stop totale alla vendita e all’utilizzo di plastica all’interno degli scali modificando le clausole contrattuali per le subconcessioni.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Toscana Aeroporti, al via il progetto plastic free