Tornano le vendite sui mercati europei

(Teleborsa) – Partenza al ribasso per le principali borse europee, frenate dalla debolezza dei prezzi delle commodities. A pesare sul corso degli indici azionari, è in particolare la performance negativa del settore oil, ma anche del comparto bancario.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,133, in una giornata ricca di dati macroeconomici. L’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,54%. Vendite diffuse sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 37,93 dollari per barile.

Sale lo spread, attestandosi a 107 punti base, con un incremento di 2 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,21%.

Tra gli indici di Eurolandia, discesa modesta per Francoforte, che cede un piccolo -0,51%; pensosa Londra, con un calo frazionale dello 0,70%. Sotto pressione Parigi, che accusa un calo dello 0,93%. A Piazza Affari, il FTSE MIB è in calo (-1,05%) e si attesta su 18.182 punti. 

Affondano o perdono terreno tutte le Blue Chip di Milano. Le peggiori performance si registrano su Banca Mps, che ottiene -3,71%. Affonda UBI Banca, con un ribasso del 2,01%. Focus su Banca Carige nel giorno in cui si riuniscono gli azionisti in assemblea, per rinnovare il Cda.

Tonfo di Cnh Industrial, che mostra una caduta del 2,27%.

Lettera su Saipem, con -2,19% sul nuovo calo dei prezzi del petrolio.

Piccolo spunto positivo per Telecom Italia (+0,31%) il giorno dopo la nomina di Flavio Cattaneo come nuovo Ad.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tornano le vendite sui mercati europei