Torna il sereno sull’azionario europeo. Milano maglia rosa grazie al rally delle banche

(Teleborsa) – Piazza Affari e le altre principali Borse europee si confermano in forte rialzo a metà seduta, rimbalzando dopo l’ennesima sessione da incubo che ha portato i listini sui minimi di molti anni.

Di grande aiuto il cambio di rotta del petrolio, favorito dall’apertura dell’OPEC ad un eventuale taglio coordinato della produzione, ma anche le parole accomodanti della Chairowman della Federal Reserve, Janet Yellen, che ha addirittura aperto alla possibilità di portare i tassi in negativo se necessario.

Dal fronte macroeconomico, il PIL dell’Eurozona è cresciuto come da attese, senza però il minimo segnale di accelerazione, esattamente come avvenuto in Germania, mentre ha deluso l’andamento dell’economia italiana.

Sul valutario l’Euro / Dollaro USA si conferma in frazionale ribasso mentre tra le commodities l’oro perde mezzo punto percentuale, il petrolio (Light Sweet Crude Oil) balza del 4% raggiungendo quota 27,43 dollari al barile.

Continua a restringersi lo spread, salito molto nelle precedenti sessioni di panic selling. Oggi il differenziale tra il BTP e il Bund viaggia a 144 punti base, con un forte calo di 8 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si posiziona all’1,65%.

Tra le principali Borse europee, Francoforte avanza dell’1,64%, Londra dell’1,77%, Parigi dell’1,37%. 

Maglia rosa a Milano, con il FTSE MIB in rialzo del 2,73% grazie al rally delle banche, che rinascono dopo l’ennesima giornata di passione, complice anche il rally di di Commerzbank nel giorno della trimestrale.

Tra le migliori blue-chip tricolore ancora UnipolSai, che guadagna quasi l’11% grazie alla trimestrale migliore delle attese pubblicata stamane.
Molto bene anche Unipol, pure favorita dai conti.

Incandescenti le banche, in particolare Unicredit, Banca Popolare dell’Emilia Romagna, Banco Popolare. Quest’ultima continua a beneficiare del matrimonio con BPM, che ormai dovrebbe essere solo questione di giorni.

Tra i titoli più venduti spicca invece Banca Mps, in tilt dopo che il numero uno di UBI Banca, Messiah, ha escluso un matrimonio tra i due Istituti.

A picco Saipem, penalizzata dalla tiepida accoglienza riservata alla ricapitalizzazione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Torna il sereno sull’azionario europeo. Milano maglia rosa grazi...