Tonica Wall Street spinta dal piano infrastrutturale di Biden

(Teleborsa) – Wall Street scambia con un guadagno frazionale sul Dow Jones dello 0,30%; sulla stessa linea, lieve aumento per l’S&P-500, che si porta a 3.977 punti. In denaro il Nasdaq 100 (+0,93%); sulla stessa tendenza, in frazionale progresso l’S&P 100 (+0,46%).

La Borsa americana è spinta dal piano da 2.000 miliardi di dollari in otto anni per investimenti in infrastrutture nazionali (con un focus sui trasporti) che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden presenterà oggi. Sul fronte macroeconomico, a marzo gli occupati nel settore privato sono aumentati al ritmo più alto da settembre 2020.

Si distinguono nel paniere S&P 500 i settori informatica (+1,08%), beni di consumo secondari (+0,58%) e beni industriali (+0,53%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Walgreens Boots Alliance (+5,30%), Boeing (+1,98%), Apple (+1,88%) e Caterpillar (+1,20%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su IBM, che ottiene -0,68%.

Piccola perdita per Verizon Communication, che scambia con un -0,68%.

Tentenna Exxon Mobil, che cede lo 0,54%.

Sostanzialmente debole 3M, che registra una flessione dello 0,52%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Moderna (+3,70%), Illumina (+3,39%), Lam Research (+2,99%) e Applied Materials (+2,81%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Comcast, che prosegue le contrattazioni a -1,08%.

Sotto pressione Charter Communications, che accusa un calo dell’1,02%.

Si muove sotto la parità Wynn Resorts, evidenziando un decremento dello 0,92%.

Contrazione moderata per Western Digital, che soffre un calo dello 0,86%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tonica Wall Street spinta dal piano infrastrutturale di Biden