Tonica Wall Street. Il dollaro debole aiuta gli esportatori

(Teleborsa) – Avvio di scambi positivo per la borsa di Wall Street, con la stagione delle trimestrali che riprende dopo la pubblicazione, la settimana scorsa, di alcune big del comparto bancario come JP MorganCitigroup e Wells Fargo. Intanto Bank of America ha annunciato il pieno di utili, nel primo trimestre. Per i conti di Netflix bisognerà aspettare la chiusura degli scambi americani.

Sul fronte geopolitico, il mercato al momento non si aspetta un’escalation militare dopo i bombardamenti sferrati da Stati Uniti, Francia e Regno Unito contro la Siria.

Sul versante macroeconomico, prima dell’avvio degli scambi è stato diffuso un aggiornamento sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti, cresciute oltre attese. Ha deluso, invece, ilsettore manifatturiero nel distretto di New York. Attesa oggi anche la lettura dell’indice Nahb sul settore delle costruzioni e delle scorte alle imprese.

Sulle prime rilevazioni, il Dow Jones mostra un guadagno frazionale dello 0,66%; sulla stessa linea, lo S&P-500 avanza in maniera frazionale, arrivando a 2.672,19 punti. In lieve ribasso il Nasdaq 100 (-0,42%); poco sopra la parità lo S&P 100 (+0,61%).

Nell’S&P 500, buona la performance dei comparti Energia (+1,09%), Utilities (+0,69%) e Beni di consumo primario (+0,50%). In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti Finanziario (-1,55%) e Beni di consumo secondari (-0,57%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Merck & Co (+1,70%), Caterpillar (+1,31%), Visa (+1,28%) e United Health (+1,13%).

Tra i best performers del Nasdaq 100, J.B. Hunt Transport Serv (+5,11%), Ulta Beauty (+2,91%), Shire (+2,62%) e Costco Wholesale (+2,32%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Xilinx, che ottiene -1,31%.

Tonica Wall Street. Il dollaro debole aiuta gli esportatori