Tonica Wall Street. Aiutano le trimestrali

(Teleborsa) – Prosegue in rialzo per la borsa di Wall Street confermando la buona intonazione dell’avvio. Sul fronte macro, sono stati diffusi gli indici PMI servizi e composito, entrambi di gennaio, e l’ISM non manifatturierosempre di inizio anno.

Nel frattempo, prosegue la stagione degli utili, si attendono i conti di Walt Disney, mentre a mercati chiusi Alphabet (Google) una trimestrale positiva, ma che non ha convinto gli analisti.

Tra gli appuntamenti è previsto anche il discorso sullo Stato dell’Unione del Presidente americano Donald Trump, da cui potrebbero emergere indicazioni su una eventuale ripresa dello shutdown governativo o sul proseguimento dei negoziati commerciali.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones mostra un guadagno frazionale dello 0,39%; lo S&P-500, sale dello 0,34% a 2.734,2 punti. In rialzo anche il Nasdaq 100 (+0,82%), come l’S&P 100 (+0,44%).

In luce sul listino nordamericano S&P 500 i comparti informatica (+0,66%) e beni di consumo secondari (+0,63%). Il settore finanziario, con il suo -0,45%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Boeing (+2,64%), Intel (+1,52%), Apple (+1,44%) e Dowdupont (+1,24%). I più forti ribassi, invece, si verificano su JP Morgan, che continua la seduta con -0,84%. Debole Chevron, che registra una flessione dello 0,63%.
Si muove sotto la parità Home Depot, evidenziando un decremento dello 0,60%. Contrazione moderata per Pfizer, che soffre un calo dello 0,57%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Jd.Com (+4,22%), Electronic Arts (+3,04%), Starbucks (+2,32%) e Tesla Motors (+2,26%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Advanced Micro Devices, che prosegue le contrattazioni a -3,50%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tonica Wall Street. Aiutano le trimestrali