Tonfo per Piazza Affari e per le altre Borse europee

(Teleborsa) – Seduta difficile per Piazza Affari, che scambia in netto calo, in accordo con gli altri Listini continentali, che accusano perdite consistenti. Intanto, la borsa statunitense arranca sui minimi, accusando un pesante ribasso sullo S&P-500 del 6,01%.

Deciso balzo in alto dell’Euro / Dollaro USA (+1,59%), che raggiunge quota 1,147. Lieve calo dell’oro, che scende a 1.667,6 dollari l’oncia. Forte riduzione del petrolio (Light Sweet Crude Oil) (-18,6%), che ha toccato 33,6 dollari per barile.

Sensibile peggioramento dello spread, che raggiunge quota +224 punti base, aumentando di 46 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento dell’1,38%.

Tra i listini europei sensibili perdite per Francoforte, in calo del 7,94%, in apnea Londra, che arretra del 7,25%, e tonfo di Parigi, che mostra una caduta dell’8,39%.

A Milano, forte calo del FTSE MIB (-11,17%), che ha toccato 18.476 punti, continuando sulla scia ribassista rappresentata da tre cali consecutivi, in essere da giovedì scorso; sulla stessa linea, profondo rosso per il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 20.106 punti, in netto calo del 10,75%. Pesante il FTSE Italia Mid Cap (-7,47%), come il FTSE Italia Star (-7,8%).

A Piazza Affari non si salva alcun comparto.

Tra i peggiori della lista di Milano, in maggior calo i comparti materie prime (-21,20%), petrolio (-17,36%) e bancario (-12,25%).

Giornata nera a Piazza Affari: tutti i titoli ad alta capitalizzazione sono in perdita.

Le più forti vendite si manifestano su Saipem, che prosegue le contrattazioni a -21,50%.

Lettera su Tenaris, che registra un importante calo del 21,39%.

Calo deciso per ENI, che segna un -20,85%.

Affonda Mediobanca, con un ribasso del 14,41%.

Unico titolo a media capitalizzazione a Milano, Saras ottiene un +2,46%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su OVS, che prosegue le contrattazioni a -16,74%.

Crolla Fincantieri, con una flessione del 13,69%.

Vendite a piene mani su Salini Impregilo, che soffre un decremento del 12,67%.

Pessima performance per MARR, che registra un ribasso del 12,47%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tonfo per Piazza Affari e per le altre Borse europee