Tonfo di Apple dopo la trimestrale

(Teleborsa) – Aggressivo ribasso per la casa di Cupertino, che passa di mano in perdita del 5,03%.

Driver principale del ribasso sono le vendite deboli dell’iPhone annunciate da Apple in occasione della trimestrale che si è chiusa con utili e ricavi record. A pesare sul titolo sono anche le previsioni sui ricavi risultate inferiori alle attese degli analisti. Inoltre Barclays ha tagliato il target price sul titolo a 142 dollari da 150, confermando overweight, mentre Citigroup ha ridotto l’obiettivo di prezzo a 130 da 145 dollari, reiterando buy.

La tendenza ad una settimana di Apple è più fiacca rispetto all’andamento del Dow Jones. Tale cedimento potrebbe innescare opportunità di vendita del titolo da parte del mercato.

Lo scenario di medio periodo è sempre connotato negativamente, mentre la struttura di breve periodo mostra qualche miglioramento, per la tenuta dell’area di supporto individuata a quota 94,23 dollari USA. Il movimento positivo di breve è indicativo di una potenziale inversione del trend ribassista, con possibili tentativi di aggressione dei prezzi verso l’importante area di resistenza stimata a quota 96,16. E’ concreta quindi la possibilità di una continuazione della fase rialzista verso quota 98,09.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tonfo di Apple dopo la trimestrale