Tokyo rimbalza nonostante i dati sull’inflazione

(Teleborsa) – Seduta a due velocità per le borse asiatiche, che si sono mosse fra alti e bassi, in risposta alle deboli indicazioni offerte da Wall Street.

La stabilizzazione del prezzo del petrolio (il WTI quota 39,5 dollari) ha favorito un leggero recupero dei mercati, in vista del lungo ponte festivo della Pasqua. Oggi tutti i mercati resteranno chiusi per il Venerdì Santo (Europa e Stati Uniti).

La borsa di Tokyo ha messo a segno una discreta performance, a dispetto del dato sull’inflazione, che resta a zero. L’indice Nikkei ha archiviato le contrattazioni con un incremento dello 0,65%, tornando per un soffio sopra i 17 mila punti, mentre l’indice Topix è salito dello 0,95% a 1.060 punti. Seul lima invece lo 0,11%.

Fra le altre borse che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, avanzano le borse cinesi, con Shanghai che recupera lo 0,62% e Shenzhen lo 0,48%. In rosso Taiwan -0,44%, Kuala Lumpur -0,78% e Bangkok -0,46%

Chiusi per festività i mercati di Hong Kong, Singapore e Jakarta.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tokyo rimbalza nonostante i dati sull’inflazione