Tokyo frena di fronte alla forza dello yen

(Teleborsa) – Seduta pesante per la borsa di Tokyo, demoralizzata dall’apprezzamento dello yen che spaventa i titoli legati all’export. Da segnalare poi il finale in rosso di ieri di Wall Street che ha certamente influenzato l’umore degli investitori.

L’indice Nikkei archivia le contrattazioni sui livelli più bassi delle ultime cinque settimane, con una discesa dell’1,32% a 19.046,55 punti. Il più ampio indice Topix lascia sul terreno lo 0,98% a 1.540,35 punti.

Chiude in leggero rialzo Seul, con un +0,20%, mentre Taiwan lima lo 0,16%. Segni meno per le borse cinesi, con Shanghai che arretra dello 0,49% e la piazza di Shenzhen che cede lo 0,11%. Tra le altre piazze asiatiche, che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, frena Hong Kong che perde lo 0,37%, assieme a Jakarta che segna un ribasso dello 0,16%, Singapore -0,35% e Kuala Lumpur -0,37%. In discesa anche Bangkok che arretra dello 0,79%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tokyo frena di fronte alla forza dello yen