Tokyo delusa dal piano di stimolo fiscale. In rosso il resto dell’Asia

(Teleborsa) – La forza dello yen e la delusione per il piano di stimolo fiscale annunciato dal premier Shinzo Abe hanno penalizzato il listino giapponese trascinando al ribasso anche il resto dell’Asia. 

Il governo nipponico ha alzato il velo su un programma di 13,5 mila miliardi di yen, volto a rilanciare i consumi e quindi a risollevare l’economia stagnante del Sol Levante. Quel che ha deluso gli analisti è stato l’intervento debole previsto per la spesa pubblica, che secondo gli addetti ai lavori avrebbe dato una spinta a stretto giro alla crescita economica. 

L’indice Nikkei della borsa di Tokyo ha ceduto l’1,88% a 16.083,11 punti penalizzato anche dall’apprezzamento dello yen, sull’affievolirsi delle attese di un rialzo dei tassi in USA. Il più ampio Topix ha perso il 2,17% a 1.271,98 punti. Chiude al ribasso inoltre Seul -0,94% seguita da Taiwan -0,74%.

Debole il resto dell’Asia: Shanghai lima lo 0,02% e Shenzhen lo 0,04%.

Negative anche le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le rispettive sedute: Singapore perde lo 0,97%, Kuala Lumpur lo 0,53% e Hong Kong l’1,65% al rientro dalle contrattazioni dopo essere stata chiusa ieri per festività. Limature per Jakarta -0,13%. Si muove in controtrend Bangkok con un +0,16%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tokyo delusa dal piano di stimolo fiscale. In rosso il resto dell&#821...