Tokyo continua a crollare per la crisi globale e il mini dollaro

(Teleborsa) – Nessuno spiraglio per i mercati asiatici, che continuano a crollare, sollecitati da una serie di fattori negativi: la crisi cinese, il crollo del petrolio ed i timori di un rallentamento dell’economia globale.

Giornata difficile per la borsa di Tokyo, che continua a risentire del deprezzamento del dollaro contro lo yen, che penalizza i grandi esportatori. L’indice Nikkei ha lasciato sul terreno il 2,31%% a 15.713 punti, mentre il Topix ha perso il 3% a 983 punti. Chiude debole anche Seul che perde lo 0,8%.

Ancora chiuse per i festeggiamenti del Capodanno le borse cinesi.

Fra gli altri mercati che hanno trattato, Singapore scivola del 2,06%, Mumbay cede lo 0,93%, Kuala Lumpur lo 0,71%, Bangkok lo 0,45% e Jakarta lo 0,77%. Male anche Sydney che arretra del’1,1%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tokyo continua a crollare per la crisi globale e il mini dollaro