Tokyo affonda in scia a Wall Street

(Teleborsa) – I principali listini asiatici seguono la scia di forti ribassi lasciata ieri da Wall Streete registrano una seduta drammatica. Tokyo risulta l’indice peggiore con il Nikkei che tocca i valori minimi da aprile, mentre il resto dell’Asia segna perdite più moderate. Tra i fattori che hanno contribuito ad innescare le vendite, il Beige Book (report sul mercato del lavoro americano), che ha evidenziato i timori per un’ulteriore aumento delle materie prima per via delle tensioni commerciali globali. Si teme inoltre che possanoesaurirsi gli effetti della riforma fiscaleUSA dello scorso anno, con conseguenze per i bilanci delle grandi aziende americane e i rischi di un rallentamento dell’economia mondiale.

Dal fronte macroeconomico, in Giappone i prezzi dei servizi si mostrano in crescita secondo le attese.

Profondo rosso per l’indice Nikkei della Borsa di Tokyo, che ha riportato un decremento del 3,72% a 21,268 punti toccando i minimi da aprile, mentre il paniere Topix è sceso del 3,10%.

Perdite più moderate per le Borse cinesi con Shanghai che perde lo 0,58%, mentre Shenzhen scende dello 0,90%.

Male anche Hong Kong (-1,26%), giornata nera per Seoul (-1,97%) e Taiwan (-2,44%).

Tra le altre piazze asiatiche in rosso Kuala Lumpur (-0,83%) e Singapore (-1,31%), giù anche Bangkok (-1,28%) e Mumbai (-1,07%). Si salva solo Jakarta (+0,04%).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tokyo affonda in scia a Wall Street