Tobin tax europea, c’è l’intesa tra 10 Paesi ma l’Estonia lascia

(Teleborsa) – Piccolo passo in avanti per la Tobin tax europea. 

L’Ecofin, il vertice dei ministri economici e finanziari, ha trovato un accordo di principio sulla tassa sulle transazioni finanziarie. Dieci ministri finanziari dell’euro zona, su 11 presenti, hanno raggiunto un’intesa su alcuni aspetti e si sono dati appuntamento a giugno 2016 per completare i lavori.

I paesi coinvolti (Germania, Francia, Italia, Austria, Belgio, Estonia, Grecia, Portogallo, Slovacchia, Slovenia e Spagna) hanno illustrato, con una nota, i principi della nuova imposta che riguarderà soltanto le transazioni di azioni e derivati, non le obbligazioni.

Ma solo dieci Paesi vanno avanti, perché l’Estonia si è rifiutata di sottoscrivere il breve documento che a detta del ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, “non è il più chiaro dei testi del mondo” (ci sono pochi dettagli e nessuna cifra, ndr).

L’accordo comunque non necessita di un parere unanime, bastano nove membri per andare avanti. Il “percorso delle buone intenzioni” quindi proseguirà a partire già dal prossimo Ecofin.

Tobin tax europea, c’è l’intesa tra 10 Paesi ma l&#...