Timidamente positivi i mercati del Vecchio Continente

(Teleborsa) – Listini azionari europei in moderato rialzo, con il FTSE MIB che mette a segno la stessa performance positiva del Vecchio Continente. Gli investitori sono ottimisti grazie anche alle buone notizie che giungono sul fronte commerciale, con USA e Cina vicine all’accordo sui dazi.Dal fronte macro si registra un lieve miglioramento nella fiducia degli investitori della Zona Euro.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,134. L’Oro crolla a 1.293,2 dollari l’oncia, lasciando sul tavolo l’1,52%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la sessione in rialzo e avanza a 56,3 dollari per barile.

In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a +258 punti base, con un timido incremento di 4 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,77%.

Tra gli indici di Eurolandia invariata Francoforte, resta vicino alla parità anche Londra (+0,17%) mentre Parigi avanza dello 0,47%.

Piazza Affari continua la seduta con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,23%; sulla stessa linea, lieve aumento per il FTSE Italia All-Share, che si porta a 22.801 punti. Guadagni frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (+0,7%), come il FTSE Italia Star (0,9%). Da segnalare la visita alla Borsa di Milano del ministro dell’Economia, Giovanni Tria.

Apprezzabile rialzo per i comparti sanitario (+2,26%), viaggi e intrattenimento (+1,26%) e media (+1,25%). Il settore beni per la casa, con il suo -0,92%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, in primo piano Amplifon, che mostra un forte aumento del 3,13%.

Decolla Recordati, con un importante progresso del 2,79%.

In evidenza Saipem, che mostra un forte incremento del 2,17%: Berenberg ha alzato il target price da 5,50 a 6 euro e confermato il rating buy.

Ben impostata Ferrari, che mostra un incremento dell’1,66%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Moncler, che ottiene -2,54%.

Contrazione moderata per Terna, che soffre un calo dello 0,70%.

Sottotono Snam che mostra una limatura dello 0,55%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, OVS (+10,06%): TIP sale al 22,747% del capitale, Rai Way (+2,78%), Credito Valtellinese (+2,47%) e Cattolica Assicurazioni (+2,35%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Piovan, che continua la seduta con -2,56%.

Deludente ASTM, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Fiacca Zignago Vetro, che mostra un piccolo decremento dello 0,53%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Timidamente positivi i mercati del Vecchio Continente