TIM riflessiva dopo prima parte asta frequenze 5G

(Teleborsa) – Giornata poco mossa a Piazza Affari per il titolo Telecom Italia, che tratta in ribasso dello 0,30%. Conclusa la prima parte dell’asta per le frequenze 5G messe in gara dal Mise, TIM si aggiudica con un investimento di 680 milioni di euro circa due dei quattro lotti da 5+5 MHz ciascuno sulla banda 700 MHz, disponibili a partire dal 2022 e validi fino al 2037.

Il trend della compagnia telefonica mostra un andamento in sintonia con quello del FTSE MIB. Questa situazione classifica il titolo come un asset a basso valore alfa che non genera alcun valore aggiunto, in termini di rendimento rispetto all’indice di riferimento.

Lo scenario attuale di Telecom mostra un allentamento della trendline al test del supporto 0,5268 Euro. In presenza di elementi positivi si propende per un’evoluzione della curva verso l’alto fino a testare il livello 0,5374. Le implicazioni tecniche propendono per una continuazione della fase ribassista verso nuovi bottom visti a 0,5218.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

TIM riflessiva dopo prima parte asta frequenze 5G