TIM, l’assemblea dei soci si terrà il 29 marzo

(Teleborsa) – Si è appena concluso il primo Consiglio di Amministrazione del 2019 di TIM.

All’ordine del giorno della riunione c’era la richiesta dei francesi di Vivendi, che possiedono il 23,9% del capitale della compagnia telefonica italiana, di convocare anticipatamente l’assemblea degli azionisti per nominare i nuovi revisori e per sottoporre ai soci la richiesta di revocare 5 consiglieri (Fulvio Conti, Alfredo Altavilla, Massimo Ferrari, Dante Roscini e Paola Giannotti de Ponti), supportati dal fondo Elliott (secondo azionista). Al loro posto Vincent Bollorè vorrebbe nominare “tutti candidati indipendenti e di grande esperienza” come Franco Bernabé, Rob van der Valk, Flavia Mazzarella, Gabriele Galateri e Francesco Vatalaro.

Uscendo dalla sede romana della società telefonica, il consigliere ed ex AD di TIM Amos Genish, non ha voluto rispondere alle domande dei giornalisti.

Il CdA di TIM ha deciso di convocare per il 29 marzo l’assemblea dei soci, deludendo così le attese di Vivendi che avrebbe voluto si tenesse prima del 15 febbraio. “La richiesta (di Vivendi, ndr) è stata accolta, con conseguente inserimento degli argomenti di cui il socio ha sollecitato la trattazione nell’agenda di un’Assemblea da tenersi, in unica convocazione, il giorno 29 marzo 2019, che viene altresì contestualmente chiamata ad esaminare il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2018 e la relazione sulla remunerazione”, si legge nella nota.

Positivo il titolo a Piazza Affari: +0,68%.

TIM, l’assemblea dei soci si terrà il 29 marzo