TIM, i piccoli azionisti chiedono lo scorporo della rete e la quotazione in Borsa

(Teleborsa) – Scorporare la rete per farla confluire in una nuova società posseduta e controllata interamente da TIM, procedendo successivamente con la sua collocazione in Borsa.

E’ questa la proposta avanzata dai piccoli azionisti di Telecom Italia riuniti nell’associazione ASATI.

In una lettera inviata a tutti gli azionisti, ai principali fondi di investimento e al Consiglio di Amministrazione del gestore telefonico italiano TIM, Asati indica che “potrebbe essere ricalcato a questo scopo il modello adottato per costituire Inwit con una operazione che, ricordiamo, è poi stata una soluzione di successo. Questa nuova società dovrebbe comprendere, a nostro avviso, la rete fissa, quella mobile e anche Sparkle (viste le sinergie/interdipendenze che ci sono e chi si possono creare tra questa divisione di cavi sottomarini e le altre reti) ed è un errore pensare che la strategicità e la sicurezza degli asset è questione che riguarda solo questa, se pure rilevante, porzione di rete”.

TIM, i piccoli azionisti chiedono lo scorporo della rete e la quotazio...