TIM, Genish: “Basta conflitti serve un clima di fiducia”

(Teleborsa) – TIM svetta sul FTSE MIB mostrando un rialzo dell’1,62%. Stamane 19 aprile è arrivata la replica del Fondo USA Elliott alle recenti dichiarazioni di Vivendi.

Il Fondo ha sottolineato che è arrivato il tempo di cambiare, definendo la gestione di Vivendi “fallimentare”. 

Sotto il controllo di Vivendi, ha attaccato Elliott, “TIM ha registrato perdite azionarie profonde e persistenti, ha fatto ripetuti passi falsi strategici, operati senza alcun riguardo per la corretta governance e con numerosi conflitti di interesse”. Non usa mezzi termini Elliott, mentre si avvicina il giorno dell’assemblea del 24 aprile in un clima che diventa incandescente.

Non è della stessa opinione Arnaud De Puyfontaine, l’ad del gruppo francese e presidente di TIM che ha dichiarato: “Vivendi sta contribuendo al rilancio di Telecom Italia su grandi basi. Vivendi contribuisce a ricostruire le fondamenta di Telecom Italia: la nostra e’ una visione industriale di lungo termine promossa da Amos Genish e sostenuta da Vivendi”.

Intanto, il CEO di TIM, Amos Genish, a proposito dell’eventualità che in assemblea la lista presentata dal Fondo Elliott dovesse avere la meglio, portando a un rimescolamento del Consiglio, ha spiegato: “TIM è un progetto che mi sta a cuore e considero un privilegio restarne alla guida. Certamente se cambia la composizione del Consiglio il piano andrà riconfermato, occorrerà verificare se nel board ci sarà un clima di fiducia e allineamento col CEO: è una questione di chimica”, ha dichiarato Genish in un’intervista a Il Sole24Ore .

“L’importante – ha sottolineato il manager israeliano – è che questa telenovela finisca il prima possibile”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

TIM, Genish: “Basta conflitti serve un clima di fiducia”