TIM, da piccoli azionisti appello ai fondi per nuova governance

(Teleborsa) – I piccoli azionisti di TIM lanciano un appello per una nuova governance.

ASATI (Associazione azionisti Telecom Italia) “prende le distanze dalla gestione di Vivendi e invita Assogestioni, Elliott, tutti i fondi che hanno investito in TIM e in questi anni hanno visto deluse le loro aspettative, a ripensare alla corporate governance della Società e a presentare alla prossima Assemblea un’unica lista per il Consiglio di Amministrazione ed il Collegio Sindacale” si legge in una nota.

“C’è l’opportunità che la minoranza storica-non numerica ma per scelta-diventi maggioranza ed esprima i 2/3 del prossimo Consiglio, per governare la Società secondo le best practices internazionali, nel rispetto della più grande public company italiana, per creare valore per tutti gli azionisti che credono in un progetto diverso, importante e dotato della necessaria lungimiranza”, prosegue il comunicato.

La scorsa settimana ASATI ha annunciato che non voterà a favore di Vivendi all’assemblea del 4 maggio che eleggerà il nuovo CdA.

TIM, da piccoli azionisti appello ai fondi per nuova governance