TIM, al Meeting di Rimini si potrà testare il 5G

(Teleborsa) – Una presenza importante, quella di TIM a Rimini in occasione del 40° Meeting per l’Amicizia fra i Popoli (in programma dal 18 al 24 agosto 2019). L’Azienda illustrerà le potenzialità del 5G attraverso alcuni esempi di applicazioni digitali e servizi innovativi con i visitatori che avranno la possibilità di testare alcune tra le più significative applicazioni 5G già disponibili. TIM ha già lanciato il 5G a Roma, Torino e Napoli ed entro l’anno lo renderà disponibile in altre 6 città (Milano, Bologna, Verona, Firenze, Matera e Bari) portando ad una trasformazione tecnologica fino ad oggi inimmaginabile, con prestazioni 10 volte superiori a quelle attuali: maggiore velocità di download (almeno 10 volte superiore al 4G), minor latenza (10 volte inferiore al 4G), maggiore densità di dispositivi gestiti (fino a 10 volte).

Inoltre si potrà provare il Virtual Reality per visitare musei e luoghi storici in Italia, così come scoprire la Smart City Control Room di TIM che rappresenta il “cervello” della futura smart city in cui sarà possibile visualizzare i dati raccolti tramite sensori connessi alla rete mobile di TIM, utili per una gestione intelligente del traffico, dei parcheggi, dell’illuminazione stradale, della raccolta dei rifiuti o del monitoraggio ambientale. Un’area sarà interamente dedicata alle startup digitali come To Be, che ha sviluppato soluzioni per la trasmissione di dati tramite la luce a LED basate sul Li–Fi (Light Fidelity), mentre per il settore dei beni culturali saranno presentate le soluzioni di Smart Factory, una start up specializzata nello sviluppo di applicazioni digitali in questo campo (digital humanities). Infine per il settore ambiente sarà presente TreeVoice, con un dispositivo di controllo basato sull’Internet of Things (IoT) che monitora la stabilità degli alberi.

(Foto: © gonewiththewind/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

TIM, al Meeting di Rimini si potrà testare il 5G