TIM, agenzia S&P rivede outlook rating a neativo

(Teleborsa) – L’agenzia di rating S&P ha rivisto al ribasso l’outlook sul rating di TIM, portandolo a “negativo” da “stabile”. Nel prendere questa decisione, l’agenzia ha citato “ricavi più deboli” che accrescono il “rischio di deleveraging”.

S&P stima per il 2020 ricavi in calo dell’11%, a causa della maggiore concorrenza sulla telefonia mobile e della debolezza delle attività in Brasile, ed avverte che potrebbe tagliare il rating qualora il gruppo non riuscisse a portare il rapporto debito/ebitda sotto 4,2 entro fine anno.

Cruciali per il business – sottolinea – saranno gli sviluppi di FiberCop, le trattative per la rete unica (AccessCo), in particolare la possibilità di mantenere la maggioranza, e l’andamento delle attività brasiliane.

(Foto: © gonewiththewind/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

TIM, agenzia S&P rivede outlook rating a neativo