TIM, accordo con ufirst per digitalizzare le code nei negozi fisici

(Teleborsa) – TIM ha scelto ufirst, app italiana nata nel 2016 per facilitare gli accessi ai servizi più congestionati, per digitalizzare ed efficientare gli ingressi nei suoi 580 negozi dislocati su tutto il territorio nazionale. In questo modo non sarà più necessario presentarsi fisicamente in negozio e prendere un numerino, ma si potrà staccare un ticket virtuale e recarsi nel punto vendita solo quando arriverà il proprio turno.

La soluzione è stata adottata da TIM in seguito a una prima sperimentazione avviata all’interno di TIM WCAP, il programma di Open Innovation di TIM che promuove la collaborazione con startup e piccole e medie imprese. I clienti TIM che avranno scaricato l’applicazione (disponibile sui principali store), grazie al sistema di geolocalizzazione di ufirst, potranno visualizzare il proprio negozio di fiducia e staccare virtualmente dall’app il numero per la fila. Successivamente, potranno monitorare l’avanzamento della coda da remoto, ricevendo notifiche in prossimità del proprio turno e recandosi così all’ingresso solo in quel momento, con la certezza di non dover attendere in fila.

“Siamo particolarmente orgogliosi di affiancare TIM in questo nuovo percorso di digitalizzazione che ha come obiettivo finale l’offerta di un servizio sicuro, innovativo e rispondente alle necessità delle persone di accedere a servizi in cui l’ottimale gestione del tempo è un elemento fondamentale – ha commentato Matteo Lentini, Managing Director di ufirst – Siamo certi che questo nuovo modo digitale di vivere un’esperienza di acquisto personalizzata resterà un’eredità che ci porteremo nel tempo e alla quale non saremo più disposti a rinunciare”.

(Foto: © gonewiththewind/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

TIM, accordo con ufirst per digitalizzare le code nei negozi fisici