ThyssenKrupp si unisce a Tata Steel: nasce il secondo gruppo europeo dell’acciaio

(Teleborsa) – La big tedesca dell’acciaio ThyssenKrupp  si unisce al gruppo indiano Tata Steel, dando vita al secondo gruppo europeo dell’acciaio, dopo ArcelorMittal che detiene la leadership. “Un campione europeo dell’acciaio”, sottolineano le due compagnie. 

“La joint venture non solo affronta le sfide dell’industria siderurgica europea. È l’unica soluzione per creare un valore aggiunto significativo di circa 5 miliardi di euro per Thyssenkrupp e Tata Steel, grazie a sinergie comuni che non possono essere realizzate in uno scenario indipendente. Per entrambi i partner la partecipazione nella joint venture significa dunque un significativo aumento di valore”, ha commentato il CEO di ThyssenKrupp, Heinrich Hiesinger.

La formalizzazione delle nozze è stata annunciata nel weekend, dopo il memorandum of understanding siglato nel settembre 2017.  

Nasce così Thyssenkrupp Tata Steel, una joint venture paritetica (ciascuna deterrà il 50%), che controllerà tutte le attività europee delle due compagnie. Dimensioni importanti per questo business che vanta 15 miliardi di vendite pro-forma e 21 milioni di tonnellate di acciaio prodotto e consegnato.

Numeri importanti anche sotto il profilo occupazionale – 48 mila occupati suddivisi in 34 stabilimenti – ma il piano di aggregazione delle attività comporterà 4 mila esuberi, di cui la metà in Germania. Nell’ambito di questi esuberi, ne sono previsti 2 mila nelle unità operative (il resto fra il personale amministrativo), ma l’organizzazione della produzione sarà rivista radicalmente nel 2020.

I due attori della vicenda attendono sinergie dalla fusione per 400-500 milioni di euro l’anno a livello di capex.”Con la joint venture creiamo un player europeo altamente competitivo, basato su una forte logica industriale ed una logica strategica. Ciò contribuirà a garantire posti di lavoro e catene di valore nel core dell’industria europea”, ha sottolineato ancora il numero uno di ThyssenKrupp.

Thyssenkrupp Tata Steel avrà la sede ed il quartier generale in Olanda. Non è esclusa un’IPO nel futuro del nuovo gruppo: sarà solo ThyssenKrupp a decidere se e quando quotare la newco e, dal momento che rispetto alla sigla del memorandum il valore dei due gruppi è variato a beneficio della compagnia tedesca, in caso di IPO, ThyssenKrupp riceverà il 55% del ricavato della quotazione e Tata il 45%. 

ThyssenKrupp si unisce a Tata Steel: nasce il secondo gruppo europeo d...