Thales-Leonardo, firmato contratto per lo sviluppo di due ulteriori satelliti con ASI e Ministero Difesa

(Teleborsa) – Thales Alenia Space, joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%), e Telespazio, joint venture tra Leonardo (67%) e Thales (33%), insieme come Space Alliance, hanno siglato un contratto da 300 milioni di euro con il Ministero della Difesa italiana e l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), per lo sviluppo di due ulteriori satelliti e per l’aggiornamento del segmento di Terra, della logistica integrata e delle operazioni per il completamento della costellazione COSMO-SkyMed di Seconda Generazione (CSG).

I due nuovi satelliti che saranno costruiti da Thales Alenia Space garantiranno il completamento della costellazione e la piena capacità operativa dei servizi di osservazione del SAR (Radar ad apertura sintetica) forniti dai quattro satelliti del COSMO. I due nuovi satelliti, contribuiranno al monitoraggio continuo della superficie terrestre, per esigenze legate alla sicurezza e alla gestione degli eventi naturali, incluso il supporto alle attività di valutazione dei danni e delle operazioni di salvataggio.

“È grande la soddisfazione per la firma di questo contratto che permetterà il completamento della Seconda Generazione di COSMO-SkyMed, garantendo un ulteriore salto in termini di tecnologia e prestazioni dell’intera costellazione e consolidando a livello mondiale la leadership di Thales Alenia Space nel settore dell’osservazione radar della Terra – ha commentato Massimo Claudio Comparini, amministratore delegato di Thales Alenia Space Italia – È doveroso ringraziare l’Agenzia Spaziale Italiana e il Ministro della Difesa per l’impegno mantenuto nei confronti dell’industria spaziale nazionale per il raggiungimento di questo risultato”.

“Siamo molto fieri della conferma del ruolo di Telespazio nella realizzazione di un asset strategico come è il programma COSMO-SkyMed di Seconda Generazione, e ringraziamo Agenzia Spaziale Italiana e Ministero della Difesa per la fiducia accordata a Telespazio con il contratto relativo al terzo e quarto satellite – ha commentato Luigi Pasquali, amministratore delegato di Telespazio – Con i due nuovi satelliti di seconda generazione gli utenti potranno fare affidamento sulla continuità operativa del sistema COSMO-SkyMed e beneficiare delle evoluzioni e delle prestazioni migliorate raggiunte sia a livello di segmento spaziale che di segmento terrestre“.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Thales-Leonardo, firmato contratto per lo sviluppo di due ulteriori sa...