Tesoro, l’asta di BTP e CCTEu sollecita una domanda modesta

(Teleborsa) – Fa il pieno l’asta di BTP e CCT indicizzati all’Euribor, collocati stamattina dal Tesoro, ma laAstaomanda è stata un po’ più fiacca del solito ed i rendimenti sono diminuiti. 

Sono stati collocati 2 miliardi di BTP a 5 anni, scadenza 2023 ad un tasso dell’1,82%, con un calo di 50 punti base rispetto all’asta precedente ed una domanda più modesta per 2,675  miliardi.

Piazzati anche 2 miliardi di BTP decennali, scadenza febbraio 2028, ad un tasso del 2,77%, in diminuzione di 23 punti base rispetto al precedente collocamento e con una richiesta di 3,148 miliardi. 

Il CCTEu, scadenza settembre 2025 è stato collocato in ragione di 2 miliardi ad un tasso dell’1,67%, anche in questo caso in diminuzione (-33 punti base) rispetto alla precedente asta.  

In seguito ai risultati modesti dell’asta, Spread fra BTP e Bund si conferma in aumento a 251 punti (+1,6%) rispetto ai 248 della chiusura di ieri. 
Cari colleghi, 

Tesoro, l’asta di BTP e CCTEu sollecita una domanda modesta