Tesla Motors vuole costruire auto in Europa

Tesla Motors  si prepara a mettere radici in Europa.

Il produttore statunitense di auto elettriche di lusso ha inaugurato oggi il nuovo impianto di assemblaggio a Tilburg, in Olanda, dove tra l’altro ha sede la divisione europea della società (precisamente ad Amsterdam).

La fabbrica integrerà quella costruita nel 2013 per l’assemblamento finale delle auto Model S destinate alla Gran Bretagna e al resto dell’Europa. Migliorerà i tempi di attesa grazie alla produzione di oltre 450 euro a settimana e avrà anche una pista per test al coperto.

Sembra però che il fondatore e Chief Executive Officer di Tesla, Elon Musk, abbia piani ancora più ambiziosi: in occasione di un incontro con esponenti politici del Belgio, ha ribadito la propria volontà di costruire un vero e proprio impianto di produzione in Europa aggiungendo che il Belgio è nella “top five” dei Paesi candidati ad ospitare l’impianto. Per il resto, il manager non ha aggiunto altri dettagli in merito, anche se da tempo la Slovacchia viene indicata come sede “papabile”.

Lo scorso anno Musk aveva dichiarato che avrebbe aperto la prima fabbrica europea nel caso in cui le vendite sul mercato del Vecchio Continente avessero raggiunto quota 160 mila.

Lo scandalo Volkswagen, che ha messo in luce i limiti dei motori diesel in materia di emissioni nocive, potrebbe fare la fortuna di Tesla.

Intanto Musk si prepara al lancio del Crossover Model X: il prossimo 29 settembre, nell’impianto di Fremont, in California, Musk alzerà il velo sulla nuova nata (si tratta del terzo modello immesso sui mercati) che promette prestazioni eccezionali per un’auto elettrica, come la possibilità di accelerare da 0 a 100 chilometri in 3,2 secondi e di fare oltre 400 chilometri con una sola carica di energia.

Tesla Motors vuole costruire auto in Europa