Terna macina utili e ricavi. Deliberato acconto sul dividendo

(Teleborsa) – Redditività in crescita e indebitamento in calo per Terna.

I primi nove mesi di esercizio si sono chiusi con un utile netto di 528,8 milioni di euro, in aumento dell’8,6% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.

L’Ebit è salito del 5,7% a 816,9 milioni di euro, l’Ebitda del 2,6% a 1,176 miliardi di euro, mentre i ricavi hanno accelerato del 4,9% attestandosi a quota 1,627 miliardi di euro.

L’indebitamento finanziario netto, pari a 7,362 miliardi di euro, risulta in riduzione di 596 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2016.

Il gestore della rete elettrica ha deliberato inoltre la distribuzione di un acconto sul dividendo di 7,4263 centesimi di euro per azione. Verrà posto in pagamento dal 22 novembre 2017, previo stacco in data 20 novembre 2017.

“I positivi risultati conseguiti nel periodo – ha dichiarato l’Amministratore Delegato e Direttore Generale, Luigi Ferraris – confermano la capacità dell’azienda di proseguire un virtuoso percorso di crescita, in linea con gli obiettivi comunicati al mercato per l’anno 2017. La robusta generazione di cassa favorirà la necessaria accelerazione degli investimenti domestici finalizzati a supportare il processo di transizione energetica in atto e, in particolare, l’integrazione delle fonti rinnovabili e la sicurezza del sistema”.

Terna macina utili e ricavi. Deliberato acconto sul dividendo