Terna, l’utile del semestre sale a 360 milioni (+2,5%)

(Teleborsa) – Terna ha chiuso i primi sei mesi del 2018 con l‘utile netto che si attesta a 360,2 milioni di euro, in crescita di 8,9 milioni di euro rispetto ai 351,3 del primo semestre del 2017 (+2,5%). Il risultato ante imposte è pari a 504,8 milioni di euro, in aumento di 10,4 milioni di euro rispetto al primo semestre 2017 (+2,1%).

I ricavi hanno raggiunto 1.080,3 milioni di euro: +3,3% rispetto al corrispondente periodo del 2017. L’Ebitda (Margine Operativo Lordo) si attesta a 814,9 milioni di euro, in crescita di 20,1 milioni di euro (+2,5%) rispetto ai 794,8 milioni di euro del primo semestre 2017. L’Ebit (Risultato Operativo), a valle di ammortamenti e svalutazioni pari a 267,4 milioni di euro, si attesta a 547,5 milioni di euro, rispetto ai 534 milioni di euro dei primi sei mesi del 2017 (+2,5%).

L’indebitamento finanziario netto si attesta a 7.895,5 milioni di euro, rispetto ai 7.796,4 milioni di euro al 31 dicembre 2017.

I principali indicatori economico-finanziari del semestre confermano la solidità delle azioni manageriali intraprese e ci consentono di proseguire con decisione nel percorso tracciato dal Piano Strategico 2018-2022 – ha commentato l’Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris –. Procede nei tempi previsti anche il programma di investimenti che, grazie alle iniziative poste in essere anche per i prossimi mesi, contribuiranno a creare valore per tutti i nostri stakeholder” – ha aggiunto. 

OUTLOOK SECONDA PARTE 2018
Nel secondo semestre 2018, Terna “sarà impegnata nella realizzazione di quanto previsto nel Piano Strategico 2018-2022” approvato dal Consiglio di Amministrazione e presentato alla Comunità finanziaria lo scorso 22 marzo 2018. In particolare, l’azienda continuerà nel “perseguimento dei propri obiettivi strategici imprimendo una forte accelerazione alle attività di investimento con il focus sullo sviluppo della rete di trasmissione nazionale per favorire l’integrazione delle fonti rinnovabili e migliorare la sicurezza del sistema e, al tempo stesso, accelerare il rinnovo degli asset del Gruppo con l’obiettivo di mitigare i rischi di interruzioni di servizio, aumentare la sostenibilità ambientale e supportare la manutenzione mediante il ricorso a tecnologie di digitalizzazione della rete”. Terna “proseguirà nel rafforzamento degli investimenti in innovazione e soluzioni digitali per gestire l’incremento della complessità del sistema”.


© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Terna, l’utile del semestre sale a 360 milioni (+2,5%)