Terna, flessione domanda elettricità ad aprile

(Teleborsa) – Nel mese di aprile 2019 la domanda di elettricità in Italia ha visto una flessione dello 0,6% rispetto allo stesso mese del 2018, attestandosi a 24 miliardi di kWh. A renderlo noto è Terna, società gestore della rete elettrica nazionale, sottolineando che tale andamento della domanda ha sofferto dell’effetto calendario e della temperatura vissuta nel periodo.

Per quanto riguarda la domanda del primo quadrimestre dell’anno, questa risulta in calo dello 0,9% rispetto al periodo corrispondente del 2018 e, a livello territoriale, ha visto una variazione negativa accentuata al Nord, dove si è registrata una contrazione dell’1,3%, e positiva al Centro e al Sud, dove rispettivamente di è calcolato un incremento del valore dello 0,2% e dello 0,4%.

In termini congiunturali, il valore destagionalizzato e corretto dagli effetti di calendario e temperatura dell’energia elettrica richiesta ad aprile 2019 mostrato, dopo due mesi negativi, una crescita dello 0,6% rispetto a marzo 2019. Il profilo del trend resta tuttavia su un percorso decrescente.

Infine, nel mese analizzato, la domanda di energia elettrica è stata soddisfatta per l’89,5% con produzione nazionale e per la quota restante del 10,5% dal saldo dell’energia scambiata con l’estero.

Terna, flessione domanda elettricità ad aprile