Termini Imerese, conclusa con successo l’operazione di rilancio del sito strategico

(Teleborsa) – Tutto pronto per la riconversione e la riqualificazione del polo industriale di Termini Imerese, che diventerà un nuovo sito produttivo per la fabbricazione di componenti automotive.
Invitalia e Blutec, azienda specializzata nella produzione di componentistica per il settore automotive, hanno firmato un contratto di sviluppo che prevede un investimento complessivo di 95,8 milioni di euro, di cui 71 concessi da Invitalia (67 milioni sotto forma di finanziamento agevolato e 4 milioni come contributo in conto impianti).

Rilevante l’impatto occupazionale: il progetto prevede l’assunzione progressiva di 400 ex addetti Fiat, 250 entro il 2016 e 150 entro il 2017. Con un successivo investimento, dedicato all’allestimento di vetture ibride ed elettriche, è prevista l’assunzione di ulteriori 300 addetti entro il 2018. In meno di tre anni, quindi, saranno riassorbiti tutti i 700 ex lavoratori Fiat attualmente in cassa integrazione. 

Esprime grande soddisfazione per la firma del contratto il Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, dichiarando: “con la firma di oggi giunge positivamente a conclusione una lunga e difficile operazione di salvataggio e di rilancio. Termini Imerese, sito industriale strategico per la Sicilia, torna a essere un’area dove si parla di sviluppo e produzione e si accantonano i problemi occupazionali che finora si sono susseguiti. Grazie al grande senso di responsabilità di tutte le parti coinvolte – ha aggiunto il Ministro Guidi –  sarà possibile riassorbire nell’arco di tre anni tutti i 700 dipendenti ex Fiat che finora sono stati in Cassa integrazione”.

Termini Imerese, conclusa con successo l’operazione di rilancio ...