Tennis nella bufera: spuntano combine

(Teleborsa) – Partite truccate non solo nel mondo del calcio ma anche nel tennis, travolto da un vero e proprio ciclone.

Secondo quanto emerso da un’inchiesta della Bbc, sedici famosi tennisti partecipanti a celebri tornei, compreso quello di Winbledon, sarebbero stati corrotti da bande criminali russe e italiane allo scopo d’incassare forti somme dalle scommesse.
“I documenti che abbiamo ottenuto – afferma la Bbc online – mostrano come le indagini abbiano trovato cartelli di scommettitori in Russia, Italia settentrionale e Sicilia che hanno guadagnato centinaia di migliaia di sterline con scommesse su partite truccate, tre delle quali giocate a Wimbledon”.

Avvicinato nel 2007 il tennista numero uno al mondo, Novak Djokovic, che ha dichiarato di aver “ignorato” l’approccio giunto all’inizio della sua carriera attraverso “persone che lavoravano con me a quel tempo”, precisando di non aver mai ricevuto offerte dirette e di non aver mai sentito nulla di simile negli ultimi sei o sette anni.

Tennis nella bufera: spuntano combine