Telemedicina e il ruolo centrale di un farmacista: progetto con rete di 7 mila farmacie

(Teleborsa) – L’edizione 2017 della Conferenza Med-e-Tel, ha preso il via oggi mercoledì 5 aprile, a Lussemburgo, e terminerà venerdì 7 aprile.

Med-e-Tel è uno degli strumenti che aiutano l’ISfTeH (società Internazionale per la telemedicina e la sanità elettronica) a favorire la diffusione internazionale della conoscenza ed esperienza in Telemedicina, ovvero un insieme di tecniche mediche ed informatiche che permettono la cura di un paziente a distanza.

Tali servizi avvengono tramite telemonitoraggio dei valori clinici che ha l’obiettivo di soddisfare le esigenze di numerosi malati cronici che hanno bisogno di avere un’assistenza costante, sia da parte del medico che dei loro conoscenti.

Telecare Europe, di Gianfranco Mochi, società spagnola che distribuisce telemedicina in tutta Europa, ha sviluppato un modello di telemonitoraggio innovativo rispetto ai prodotti simili sul mercato internazionale.

I pazienti vengono dotati di specifici strumenti, molto semplici da usare ed altrettanto efficaci, che ricordano i tempi di assunzione della terapia e segnalano alle persone di supporto ogni situazione anomala. La piattaforma informatica di Telecare riceve, analizza e archivia i dati provenienti dai pazienti. I parametri “fuori norma” generano un immediato messaggio di allerta che viene automaticamente inviato allo stesso paziente, al suo medico e/o alla persona di sostegno. I sanitari possono accedere a tutti i dati in tempo reale, attraverso tabelle e grafici accessibili da qualunque computer.

Telecare Europe fornisce servizi di telemonitoraggio clinici per i pazienti cronici. UNICO è il secondo più grande distributore farmaceutico in Italia, e rappresenta il punto di riferimento di oltre 7 mila farmacie.

Nel 2016, UNICO e TELECARE hanno avviato un progetto volto a raggiungere ogni regione italiana, con due obiettivi chiari: fornire una migliore qualità della vita ai pazienti cronici in casa e portare le farmacie verso un ruolo centrale nell’assistenza sanitaria. Circa 9 milioni di pazienti cronici accedono alle 7 mila farmacie della rete UNICO ogni mese per acquistare farmaci.

Attraverso questo progetto, spiega il Dottor Mochi, “i pazienti possono trovare in farmacia anche un kit di telemedicina”, specificamente progettato per le esigenze individuali. Il farmacista può consigliare la soluzione più appropriata facendo uso della propria esperienza professionale. Ogni kit comprende un abbonamento al servizio di telemonitoraggio, uno o più dispositivi per la raccolta di dati clinici, e un software di supporto della terapia.

Attraverso questo progetto, aggiunge Mochi, “i pazienti cronici possono ottenere un’assistenza domiciliare di alta qualità”, ed essere costantemente in contatto con i loro medici.

Telemedicina e il ruolo centrale di un farmacista: progetto con rete d...